Bougatsa alla crema

Bougatsa alla crema

Condividi questa ricetta
Fai click su “Mi piace” per scaricare la ricetta in PDF ed averla sempre disponibile!
Grazie per aver messo “mi piace”, scarica ora il file

La bougatsa (Μπουγάτσα) è un tipo di pita, di solito farcita con la crema o la feta, che si differenzia dalla pita tradizionale per l’impasto più pesante e più corposo. La bougatsa più buona la troviamo al nord della Grecia, a Salonicco e a Serres dove è stata portata dai Greci dell’Asia Minore a seguito dello scambio di popolazione del 1922.

In questa ricetta vi propongo la versione dolce con la crema, usando la pasta fillo pronta che troviamo surgelata in quasi tutti i supermercati. La pasta filko si vende solitamente in confezione da 2 rotoli con 8 fogli di pasta ognuno. Si tratta di fogli molto fini e delicati, fatti solo con farina e acqua, leggeri e senza sapore particolare dato dall’assenza totale di grassi. Bisogna fare attenzione per non rompere i fogli durante la lavorazione, ma anche se fosse, il sapore non cambia.

Ricetta della bougatsa alla crema

Dosi Per: 8 persone

Preparazione: PT0H30M30 min

Cottura: PT0H40M40 min

Difficoltà: Elevata

350

Ingredienti

  • 1 pacchetto pasta fillo surgelato
  • 750 ml latte fresco
  • 100 gr semola di grano duro (quella per gli gnocchi)
  • 1 cucchiaio di burro fresco
  • 130 gr zucchero semolato
  • 1 presa di sale
  • 2 vanilline
  • cannella
  • zucchero a velo
  • burro sciolto

Preparazione

  1. Leviamo dal congelatore la pasta fillo e lasciamo scongelare a temperatura ambiente per circa 40 minuti.
  2. Nel frattempo iniziamo a preparare la crema. In un pentolino mettiamo il latte, il semolino, lo zucchero, le vanilline e il sale e portiamo a bollore a fuoco basso, mescolando continuamente.
  3. Quando la crema diventa liscia e omogenea, spegniamo il fuoco e aggiungiamo il cucchiaio di burro, mescolando fino a scioglierlo completamente. La crema è pronta per essere raffreddata.
  4. Prendiamo una teglia da forno, 30×25 circa e imburriamo molto bene con un pennello.
  5. Prendiamo la pasta fillo e apriamo il rotolo con tanta attenzione senza danneggiare i fogli. Ogni foglio è rettangolare, molto sottile e fragile, perciò dobbiamo staccare con delicatezza. La prima volta è possibile che si rovinino i fogli, non vi preoccupate perché la pasta può essere comunque utilizzata anche se rotta.
  6. Prendiamo 2 fogli, li appoggiamo nella teglia e li imburriamo bene con il pennello, includendo anche le parti che escono fuori.
  7. Utilizziamo altri 2 fogli e seguiamo la stessa procedura fino a fare 4 strati da 2 fogli, quindi usando complessivamente 8 fogli di pasta.
  8. A questo punto aggiungiamo la crema, che deve essere fredda, sistemandola in modo uniforme.
  9. Adesso cominciamo la chiusura della bougatsa iniziando dalle parti che fuoriescono dalla teglia, piegandoli verso l’interno come se chiudessimo una busta.
  10. Ora aggiungiamo altri strati di pasta fillo coprendo la crema, sempre due fogli per volta, senza dimenticare di aggiungere il burro su ogni secondo foglio. Più burro usiamo, più la nostra bougatsa sarà croccante e friabile. Continuiamo così facendo in totale altri quattro strati di due fogli come abbiamo fatto prima.
  11. A questo punto dobbiamo fare attenzione in quanto dobbiamo sistemare le parti della pasta che escono fuori dalla teglia. Bisogna con molta delicatezza, piegarli verso l’interno della teglia, arrivando fino bene al fondo. Purtroppo la pasta fragile non aiuta questo passaggio, non vi scoraggiate anche se si rompe il sapore non cambia.
  12. Quando abbiamo “chiuso” la bougatsa, imburriamo uniformemente la superficie e inforniamo a forno ventilato a 180º per circa 40 minuti.
  13. A fine cottura deve risultare friabile e dorata. Serviamo la nostra bougatsa calda e spolveriamola con abbondante zucchero a velo e cannella.

Galleria Fotografica

Fai click su “Mi piace” per scaricare la ricetta in PDF ed averla sempre disponibile!
Grazie per aver messo “mi piace”, scarica ora il file
(Visited 2.038 times, 1 visits today)
Condividi questa ricetta
Vota questa ricetta
Bougatsa alla crema
4.67 (93.33%) 21 voti

8 Commenti

  1. Irini
    paola venturini

    Grazie per le buone ricette che mi invii e che io preparo molto volentieri la domenica. Tra il 1985 e il 1990 ho vissuto per lavoro ad Atene cercando di imparare il più possibile non solo la lingua ma tutto il resto. Non manco mai di andare almeno una volta l’anno e da quando ho scoperto Salonicco e la Calcidica grazie ai voli low cost vado almeno tre volte. Andrò a novembre per il festival del cinema e non vedo l’ora perchè la cucina di Salonicco è meravigliosa.

    • Irini

      Grazie mille Paola, sei molto carina…è una grande soddisfazione sentirmi dire che ogni tanto provate a fare le mie ricette….
      Io sono proprio dalle parti di Salonicco….e ovviamente ogni anno andiamo a Calcidica…ma guarda che coincidenza!!!!! Mare meraviglioso…..
      Ma tu sei fortunata…. vai così spesso in Grecia?????….che invidia!!!!!
      Io soltanto una volta l’anno per 5-6 settimane…..chi sa…può essere che ci incontriamo…
      Grazie di nuovo per il tuo commento…..
      Ciao e a presto Paola….

  2. Irini

    Ciao Irini, ho scoperto soltanto oggi il tuo sito e è veramente ben fatto. Brava ! Io sono sposata con un greco e naturalmente conosco diverse ricette. Sicuramente proverò le tue. Sono descritte benissimo Anche noi passiamo tutti gli anni l estate a Pefkochori. Concordo il mare è superlativo.
    A presto

    • Irini

      Ciao Enza, allora noi due abbiamo qualcosa i comune…la Grecia….il nord della Grecia…..

      Grazie per i tuoi commenti, sei molto carina….provo sempre di essere chiara alle mie spiegazioni per non “spaventarvi”….
      Spero di risentirti presto,
      Irini

  3. Irini

    Euxaristw Irini per il tuo blog, io e mia moglie siamo innamorati della Grecia e dei Greci e da circa 7 anni le nostre vacanze sono lì, Rodi in particolar modo. Essendo cuoco di professione mi piace, nella mia attività, proporre dei piatti Grechi. Ora con le ricette da te pubblicate posso spaziare un po’ di più nella cucina Greca. Abbiamo qualche problema nel trovare alcune spezie qui, quindi quando siamo “in trasferta” facciamo scorta. Grazie ancora e… Mithos yia panta

    • Irini

      Ciao Emilio,
      Sono molto contenta sentirmi dire che sono “un aiuto” per un professionista come te…i piatti greci, come avrai notato dai tuoi viaggi ma anche attraverso i sperimenti fatti per via del tuo lavoro, non sono molto diversi da quelli italiani per quanto riguarda la materia prima….sono solo combinazioni diverse con l’aggiunta di qualche spezia non molto usata qui in Italia…io non trovo tante difficoltà per le spezie, sono 2 o3 quelle che non esistono ma per il resto puoi trovare tutto….
      Grazie per avermi contattato….a vostra disposizione per qualunque cosa…..
      Ciao e a presto..

  4. Irini

    buongiorno Irini,
    brava e complimenti. ho letto con attenzione la ricetta della Bugatza. la trovo molto simile al galaktobureko.pensavo che la bugatza avesse le uova…

    • Irini

      Ciao Simona e grazie dei complimenti….hai assolutamente ragione, la crema di questa ricetta assomiglia tanto a quella del galaktompoureko..ma sai…la crema dei dolci è una cosa assolutamente famigliare….ognuna di noi, dopo tante prove, trova quella che piace di più..quella che la rappresenta….ovvio che puoi aggiungere le uova…ma come saprai la crema con le uova cambia decisamente sapore….diventa più corposa, più intesa…discorsi di gusti…provaci e fammi sapere…..sono sicura che sarà ottima…..

      Ciao e a presto,
      Irini

Mi farebbe piacere un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*